Zero Bagget

http://altadefinizione.onl/wp-content/uploads/2015/06/Zero-Bagget.jpg

Tre mesi di vita ‘normale’ del regista e protagonista Michele Coppini, alle prese con la precarietà lavorativa, la famiglia, le piccole e grandi cose quotidiane e una smodata passione per il cinema. Con al centro una domanda ricorrente: in che situazione versa oggi il cinema italiano? E qual è lo spazio dedicato ai nuovi registi, già alle prese con l’eredità dei grandi mostri sacri del cinema italiano e con la schiera di ottimi registi emersi negli ultimi vent’anni? Fonte Trama

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *