Violenza estrema

http://altadefinizione.onl/wp-content/uploads/2014/12/Violenza-estrema.jpg

21 febbraio: a pochi giorni dall’anniversario bisestile della morte del figlio (deceduto la notte del 29 febbraio), il capitano di polizia Michèle Varin soffre d’insonnia e si reca regolarmente da uno psicologo per tenere sotto controllo la situazione. Mentre torna a casa da una lezione di yoga, è raggiunta al cellulare dal collega Bazinsky: nella foresta di Essarts è stato ritrovato il corpo di una donna sui cinquant’anni, impiccata a un albero, senza una scarpa. Per la già vacillante Michèle è l’inizio di un’indagine che la costringerà a un corpo a corpo coi fantasmi personali. Fonte Trama

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *