Occhi Nelle Tenebre

http://altadefinizione.onl/wp-content/uploads/2013/12/Occhi-nelle-tenebre2.jpg

Emma Brody (Stowe), cieca dall’età di otto anni per colpa della madre, violinista, subisce un’operazione che le restituisce parzialmente la vista: vede le immagini con percezione ritardata. Testimone di un delitto, per la sua anomalia alla vista e per gli incubi di cui soffre _ causati dal trauma infantile _ non è creduta dalla polizia. Se non intervenisse un poliziotto intelligente, che s’innamora di lei, finirebbe vittima dell’assassino. L’intreccio è la componente più debole e scontata di un thriller psicologico, originale variazione sul tema della cieca alle prese con un assassino psicopatico che ebbe il suo capostipite in Occhi della notte (1967) e fu ripreso da Terrore cieco (1971) e da Gli occhi del delitto (1992). La Stowe, attrice di nervosa bravura, ha più sex-appeal di Audrey Hepburn e Mia Farrow messe insieme. Apted sa tenere sulla corda senza eccedere in effetti, grazie alla maestria cromatica di Dante Spinotti. Suggestive musiche irlandesi del quintetto dei Drovers. Fonte Trama

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *