L’importante è amare

http://altadefinizione.onl/wp-content/uploads/2014/07/L’importante-è-amare.jpg

Un tempo l’attrice Nadine Chevalier era famosissima. Ora tutti l’hanno dimenticata e lei, per vivere, è costretta a interpretare film pornografici. Così Mons, fotoreporter d’assalto, quando la incontra casualmente, quasi non la riconosce. Ma poi se ne innamora e arriva a contrarre dei debiti pur di procurarle una scrittura adeguata. Zulawski ha fama di visionario, ma in realtà si limita a essere barocco fino alla noia. Qui riesce addirittura a sprecare Romy Schneider. Fonte trama

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *